Notizie da Alepo

In questi giorni siamo spariti perché c’era un grande black-out intorno ad Aleppo e siamo rimasti isolati. Hanno bombardato la centrale elettrica che fornisce energia elettrica a tutta quanta la città . Quattro milioni di persone al buio! E le conseguenze sono state caotiche, perché con l’assenza di alimentazione hanno smesso di funzionare le linee dei cellulari, poi i telefoni fissi, e alla fine è mancata anche l’acqua …

Piove, e fa piuttosto freddo per cui la cosa è stata davvero complicata. Anche per cucinare e scaldare l’acqua , perché già da qualche tempo utilizziamo piastre elettriche. Il gas in quei pochi giorni si è alzato di prezzo (6000 lire alla bombola, che prima costava 400 …) ed è molto difficile da ottenere. Nel mercato scarseggiano le candele, batterie e torce elettriche. Quando il sole tramontava, verso le 4.30 del pomeriggio, tutta la città era al buio, e alla mercé di qualsiasi pericolo. E’ stato davvero impressionante.

Hanno detto che ci sarebbero volute settimane per riparare il danno, ma per fortuna sembra che lo stiano già risolvendo. Mentre eravamo con i giovani, il Venerdì, è arrivata la luce! Abbiamo pensato che in questa situazione ne sarebbero venuti pochi, ma sono venuti quasi tutti! Volevamo mandarli a casa in anticipo perchè arrivassero a casa con la luce del giorno, ma ci hanno chiesto di pregare Vespri prima di partire. Quando eravamo nella cappella nel mezzo delle preghiere … la luce fu! Non potete immaginare la festa che c’è stata. Si salutavano e si abbracciavano tra loro con così tanta gioia… Siamo stati anche noi felici.

Solo alcune parti della città hanno recuperato elettricità e telefono (in particolare dove ci sono ospedali, antenne, acqua, campus universitario, ecc.) e non in modo permanente. Nelle poche ore in cui abbiamo elettricità , tutti approfittiamo per caricare le batterie, far funzionare le stufe e gli scaldabagni, cucinare, ecc. Così anche le linee elettriche sono sovraccariche e abbiamo permanenti cadute di tensione.

Ci teniamo in contatto. Se abbiamo la luce …

Guadalupe

Questa voce è stata pubblicata in Istituto del Verbo Incarnato - IVE - Siria - Alepo, Serve del Signore e della vergine di matara Siria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...